lunedì 11 dicembre 2017

"Non stancarti di andare" al TG1 (e noi verso Torino)

"Non stancarti di andare" (coi suoi autori) 
ieri era da Billy-Il vizio di leggere, su Rai 1, grazie a Bruno Luverà
(qui sotto il link, ci trovate dal minuto 1.23, più o meno):









Stamattina, invece, il nostro libro è in quattro belle recensioni 
trovate al ritorno da Roma, dopo 4 giorni di Più Libri, Più Liberi 
(GRAZIE a tutti voi che siete venuti a trovarci!!):






E, per finire, mercoledì sera (13 dicembre) questi tre qui...


... saranno al Circolo dei Lettori di Torino,
per fare una chiacchierata su "Non stancarti di andare"
e - speriamo - tante belle dediche e disegni per chi vorrà essere dei nostri!

Vi aspettiamo alle 21.00!

maggiori informazioni qui:



lunedì 4 dicembre 2017

"Non stancarti di andare" su La Repubblica (e noi verso Roma)

Ieri: 
Matteo Bussola recensisce "Non stancarti di andare
su Robinson - la Repubblica. Così:


Parla di noi anche il portale RaiLetteratura, qui:



Qui, invece, c'è un bel video che inizia proprio consigliando il nostro libro:

https://www.youtube.com/watch?v=c-vcFshduIM

... e qui ce n'è un altro, un racconto davvero emozionato:




Infine, la Tere sta tra "le donne del fumetto italiano" su PianetaDonna:


Fine della piccola rassegna stampa :-).


Da giovedì 7 a domenica 10 dicembre saremo a Roma EUR a Più Libri Più Liberi, la Fiera della Piccola e Media Editoria. Dedicheremo allo stand BAO dal pomeriggio di giovedì alla mattina di domenica... 


... e poi parteciperemo a questo incontro qui:


I BELLISSIMI DI BAO

09 dicembre (sabato) 14.30  SALA Aldus Room

Presentazione dei libri 
Non stancarti di andare di Stefano Turconi e Teresa Radice,
La giusta mezura di Flavia Biondi,
Residenza Arcadia di Daniel Cuello
Intervengono gli autori e Michele Foschini
A cura di BAO Publishing

Venite a trovarci!! :-)


martedì 28 novembre 2017

"Non stancarti di andare" su Fumo di China


Da qualche giorno è nelle edicole di città e in fumetteria il numero di novembre di "Fumo di China", con la copertina dedicata al nostro "Non stancarti di andare". 
All'interno, tra i mille altri contenuti fumettosi, trovate una luuuunga intervista a Tere&Ste fatta da Ilaria Mencarelli, che è stata tra le prime a leggere il libro e ci ha posto un sacco di interessatissime domande: grazie, Ilaria!


Nel frattempo, ogni giorno nuovi lettori stanno facendo la conoscenza di Iris e Ismail... e parlano del nostro romanzo così:




(foto da InternoStorie)



mercoledì 22 novembre 2017

"Non stancarti di andare" a Milano :-): GRAZIEEEE!!


Eravate tantissimi insieme a noi, ieri sera, 
alla Feltrinelli di piazza Duomo!!




Un GRAZIE smisurato a ciascuno di voi: per la presenza, il tempo inestimabile, le domande, i sorrisi, i libri alzati in quella memorabile fotografia...



GRAZIE a tutti voi che, al termine della presentazione, vi siete messi in fila, anche per ore, in paziente attesa del momento d'incontrarci faccia a faccia. 



GRAZIE per i vostri racconti di viaggio con "Non stancarti di andare": per averci chiesto il disegno del vostro personaggio preferito, per averci rivelato in che punto del libro vi siete emozionati, dove avete pianto.



GRAZIE per aver condiviso con noi quel che vi ha commosso e quel che vi ha indignato, quel che vi ha sorpreso e quel che vi ha mandato in pezzi. 


GRAZIE per aver aperto il vostro cuore a questa storia, 
per averlo aperto a noi!
GRAZIE per tutto questo affetto: è stata una serata incredibile, 
ce la porteremo dentro tra i ricordi più preziosi!


E GRAZIE a Cate e Dani per non averci mollati fino alla fine, 
fino alla chiusura della libreria e oltre!! :-)
(e per un sacco di altre cose...)


E' stata un'intensissima giornata milanese, cominciata negli uffici di IBS, dove siamo stati accolti a braccia aperte (GRAZIE!!), per una bella intervista in diretta facebook che potete rivedere qui:

... e tante dediche sui libri! 



Grazie per aver definito Non stancarti di andare "un libro mondo"!



Poi, GRAZIE a Donatella per la chiacchierata via instagram...



... e a Felice, che ci ha guidati a conoscere Casa Emergency dove - lo anticipiamo qui, ma seguiranno ulteriori dettagli - avremo l'onore di parlare del nostro graphic novel il prossimo 20 dicembre.


Infine, GRAZIE perché continuano a raggiungerci nuovi commenti sul libro (e grazie per le vostre foto con NSDA, qui sotto, scattate negli angoli più impensati e in compagnia dei vostri oggetti/amici del cuore): 

da Goodreads... 


Mlle Kurtz's review   Nov 16, 2017
bookshelves: favorites 


Cosa succede quando finisci di leggere Non stancarti di andare? Vai avanti con la tua vita, ti alzi, mangi, lavori, fai yoga, porti fuori il cane, e per tutto il tempo in un angolino della tua testa continui a ripensarci, come quando accade qualcosa di diverso e inaspettato. Devi abituarti al fatto che questo libro un po' la vita te l'ha cambiata.
Teresa Radice fa quello che fanno i poeti, quelli bravi: prende concetti che il tempo e l'usura hanno reso banali e ritriti e li riporta alle origini, li lava, sciacquandoli dalla patina che li ha resi pesanti e insopportabili, e te li mette davanti nudi e autentici. L'amore, soprattutto l'amore, si percepisce anche in ogni scelta grafica di Stefano Turconi.
Avete bisogno di leggere questo libro.



... ad Anobiii... 


Ha scritto il 13/11/17    

Non è facile recensire un fumetto come Non stancarti di andare; è facile banalizzarlo e descriverlo senza rendere l'idea della bellezza che queste trecento pagine racchiudono. Fondamentalmente si tratta di una storia d'amore, quella di Iris e Ismail, italiana lei siriano lui, alle prese con un trasloco nella casa dei nonni di lei, in un paese della provincia di Genova, ma è anche la storia della scoperta delle proprie radici, di un viaggio, di una attesa, di un paese devastato dalla guerra. Non stancarti di andare è un'opera che difficilmente può lasciare indifferenti: scuote ed in alcuni punti è straziante, eppure è un inno alla vita, alla speranza, all'importanza di cercarsi una personalissima strada e seguirla ad ogni costo, è un inno alla spiritualità, la fede di qualsiasi colore essa sia, alla bellezza in ogni sua forma e in modo particolare alla bellezza dell'unicità di ogni essere umano. C'è molto in questo volume e il tutto è raccontato con una tale poesia e delicatezza che la sensazione che permane una volta chiusa l'ultima pagina è di commossa gratitudine.



... da Instagram...

saverioschtroumpfs Se vi sembra che il mondo non vada come dovrebbe, se questo vi angoscia, vi turba e vi indigna fatevi un regalo: entrate in libreria e comprate #nonstancartidiandare . Poi datevi malati e immergetevi nella lettura.
NB: consigliati fazzolettini di carta a portata.


... a IBS...

19/11/2017 18:44:04
‘Non Stancarti Di Andare’ è immenso, corposo, emozionante, intenso. Un viaggio forte ed appassionante che percorrerete insieme a tutti i personaggi. Il libro tratta diversi temi importanti come le relazioni, il rapporto genitori-figli, l’immigrazione, la guerra, la fede, la pazienza, l’attesa, la vita e la morte. Teresa Radice con grandissima dolcezza scrive lettere in un diario indirizzato al suo piccolo ‘amore minuscolo’ che un domani leggerà dedicandogli pensieri, preoccupazioni, visioni, aspettative e poesie. Stefano Turconi con la delicatezza della sua matita ci riporta in una realtà tale da inserirci all’interno della storia insieme ai protagonisti e facendoci comprendere pienamente le loro emozioni; le colorazioni cambiano quando la narrazione si riferisce al passato. La storia è talmente viva che non poteva e non può esistere senza essere parte (parzialmente) della realtà. Molto più un romanzo, molto più di semplice finzione. Una delle letture più importanti del 2017 di cui si parlerà anche nei prossimi anni. Imperdibile.



... ad Amazon:
Da Umberto di Umbertide il 12 novembre 2017:

Non stancarti di andare è una storia corale, ci sono mille personaggi 
e credo che ognuno si commuoverà in momenti diversi. 
Se alla fine della lettura guarderete ancora le storie dei tg allo stesso modo, 
non avete capito questo meraviglioso libro.



Per finire, ecco una recente recensione...


... un appassionato video dedicato a NSDA...


... e un'intervista a Tere&Ste per saperne di più prima di cominciare la lettura:


E Grazia, oggi, ci suggerisce tra i dieci libri da regalare a Natale ai genitori! :-):




mercoledì 15 novembre 2017

Prime impressioni su "Non stancarti di andare" (prossimo appuntamento: 21 novembre, Milano!)

"Non stancarti di andare" è in libreria da meno di una settimana... 
ma cominciano a raggiungerci i commenti di chi sta affrontando il viaggio 
o ha già terminato la lettura. 
E sono come lunghi, preziosi abbracci, 
dei quali mai ci stancheremo di ringraziare!

Ecco la recentissima, monumentale recensione di Francesco per Mentelocale:

 http://www.mentelocale.it/magazine/articoli/74465-non-stancarti-andare-capolavoro-fumetti-teresa-radice-stefano-turconi.htm


...quella di Sergio per Bolognacult:


e la commovente videorecensione di Books and Tea:


Noi, intanto, reduci dalle prime due tappe del tour, a Bologna e Roma...

(con Giulio Macaione prima della presentazione 
alla Feltrinelli di piazza Ravegnana, 13 novembre: GRAZIE, Giulio!!)

... ci prepariamo alla chiacchierata di settimana prossima, in centro a Milano:


Nel frattempo, raccogliamo frammenti dei bellissimi scritti 
che i lettori di "Non stancarti di andare
stanno lasciando in giro per la rete 
e che la corrente porta fino alla Casa Senza Nord... 
e li riponiamo al sicuro nel cassetto delle cose preziose: 

Questo libro ha tutto ciò che si potrebbe cercare in una storia, non manca di nulla, non vi è elemento che non funzioni, bullone avvitato male, punti deboli o incrinature: non riesco a immaginare come si potrebbe non amarlo a lettura ultimata. A metà lettura. A inizio lettura. Dal titolo.
È sicuramente diventato uno dei miei "libri della vita", uno di quelli che ti smuove profondamente, che ti stringe il cuore fin quasi a farlo scoppiare, uno dei mattoncini per le fondamenta dello spirito. È una lettura intensa, che fa bene, che fa male, che fa piangere, che fa sorridere, che - avvolgendoti - ti fa sperare
(Fabiola, su GoodReads)

Non ho letto un libro, ho vissuto mille vite e visto passare molte lune. Mi sento arricchita e mi sento onorata e fortunata: è stato un privilegio immergermi fra queste pagine, potevo rischiare di vivere la mia vita senza, e invece questo libro è con me, e le sue pagine hanno fatto parte della mia vita.
“Non stancarti di andare” è un atto di amore: verso il prossimo, verso l’uomo, verso il mondo. Quello che troverete fra queste pagine non è un mondo buono, è il nostro mondo, così com’è, pieno di contraddizioni e di zone oscure. Niente è addolcito, le cose brutte succedono, ma è tutto raccontato con tale bontà che ti si stringe (e poi si allarga) il cuore. (Federica, su Instagram)

… riesce a raccontare le vite di due generazioni a cavallo tra diverse guerre senza sensazionalismi e senza che la Storia con la S, seppur presente, soffochi la narrazione o, peggio, la renda scontata. “Non stancarti di andare” è soprattutto un intreccio di sentimenti che superano i confini dello spazio e del tempo: una storia di storie d’amore in cui i rapporti umani vengono indagati nelle loro possibili declinazioni: tra genitori e figli, zii e nipoti, tra amici, tra innamorati.
Non ci sono edulcorazioni, né buonismi, ma piuttosto “Non stancarti di andare” trasmette un ostinato messaggio di speranza.
“Non stancarti di andare” è l’ennesima ottima prova per gli autori che anche in quest’opera hanno infuso molto delle proprie esperienze e di loro stessi, dopo un certosino lavoro di ricerca. Non c’è dubbio che in molti potranno apprezzare questa lunga e delicata storia, magari trovando qualcosa di loro stessi.
(Flavia Bazzano, su GeekArea)

La storia è ben descritta, con molti intrecci che avvolgono il lettore, come i personaggi che sembrano conoscersi sin dall'inizio dei tempi, che vivono incrociandosi, tessendo una tela di ragno.
Sono tante storie per dare un senso alla Vita e all'Amore. 
Linguaggio usato è importante, non puoi perdere una parola e non puoi non provare a rifletterci su sia per trovare il senso in quella frase ma anche per riportarlo al tuo io. Semplice sembra semplice, ma non è banale, mai a tirar via. E' un vero 'libro' da interpretare, commentare, leggere. Poche pagine sono senza parole (quelle iniziali e quelle con una canzone in sottofondo) perché ci deve raccontare e trasmettere tante sensazioni emozioni riflessioni.
La parte grafica per chi viene dal Porto Proibito è bellissima.
E' un libro da consigliare a chi vuole leggere delle ottime riflessioni sulla Vita, sulla Bellezza, sull'Amore (tanti tipi di Amore sono trattati pennellati armonizzati portando fuori dalle pagine le emozioni). E' un libro da far leggere a tutte le età, che forse sarà più vicino ai giovani, ma che in 320 pagine dà un senso a molte storie del nostro ultimo periodo, facendoci partire da lontano.
Grazie per averlo pensato scritto disegnato e prodotto impaginato stampato. Mi sono sentito più umano
(Marco, su GoodReads)

È difficile spiegare questo libro. Quali sono i suoi punti di forza? Una storia umana di speranza, nonostante tutto, e che unisce tanti orrori passati e contemporanei, ricordando prima di tutto che l'uomo è un essere migrante per sua natura, e che la mia Genova, ritratta in maniera così splendida da Stefano, è stata città di migrazioni, porto da cui le masse di italiani in cerca di un futuro migliore partivano sperando nelle opportunità del nuovo mondo. È una lettera d'amore a un sacerdote dallo straordinario coraggio che tutt'ora risulta disperso, rapito dall'ISIS, e di cui non si conosce il destino. Una di quelle persone che sono capaci di vivere la fede e trasmetterne i valori più positivi a tutti, facendo dell'inclusione e dell'amore il messaggio fondamentale dell'uomo. Da non credente io stessa, vorrei un mondo di Paolo Dall'Oglio, perché questo modo di intendere la vita, la fede, l'amore è la sola via che permetterà all'uomo di salvare questo mondo barbaro, una via che guarda alle similitudini e al bello delle varie confessioni o degli stili di vita trovando punti di contatto, anziché diversità su cui creare muri e cancelli.
(Rowizyx, su GoodReads)

"Non stancarti di andare" di Radice e Turconi è un fumetto che vola alto; ambizioso per storia, temi e disegni. Chapeau! (Stefano, su Twitter)

… una storia d’amore a 360°, in cui l’amore si mostra in tutte le sue svariate forme, ma anche una storia di coraggio e forza di volontà, grazie alla quale è possibile procedere lungo il cammino della vita. E’ un romanzo corale e allo stesso tempo un romanzo di formazione, che analizza la vita dall’inizio alla fine. Una storia di vita…anzi di vite! Leggere quest'opera non significa soltanto immergersi in una lettura, perdersi tra le pagine, ma bensì riscoprire forti emozioni vivendo quelle mille e più vite che la storia porta con sé, significa piangere a dirotto ma anche sorridere quando la vita ce lo permette, significa pensare e ragionare. Significa essere parte di un mondo.
(Luigi Nunziante, su Everpop)

È una storia crudele, viscerale, profonda e infinitamente tenera. Fa riflettere, piangere e ridere o anche entrambe le cose insieme. (Giulio, su Instagram)

Una storia a fumetti avvincente, attuale, commovente. Un romanzo che intreccia le vicende di tre generazioni attraverso quattro continenti: Europa, Sudamerica, Asia, Africa. Una vicenda d’amore che, parlando dei viaggi della speranza nel Mediterraneo, affronta anche il dramma dei superstiti, che perdono familiari e amici. Una storia di conflitti e speranza, con non pochi riferimenti alla cronaca contemporanea.
(Alberto Sebastiani, su La Repubblica, Bologna)
Il mio primo fumetto della vita. Azzeccato alla grande. (Giulia, su Instagram)
Intraprendete questo viaggio, dedicate a quest’opera il tempo che richiede e ne sarete ripagati per ogni minuto. E se avete la fortuna di avere al vostro fianco qualcuno che lo sta leggendo assieme a voi parlatene, confrontatevi e condividete, nella bellezza si viaggia meglio mano nella mano. 
(Iacopo, su Facebook)


(Tere&Ste da Borri Books, Roma, 14 novembre)

 GRAZIE a tutti
per il vostro tempo, l'affetto, la comprensione,
la vicinanza, la voglia di condividere!

Appuntamento a Milano!